Sei un nuovo utente ?

IN REGIONE

Rimborsi forfettari vigilanza e controllo costruzioni zone sismiche, tariffe e modalità versamento
4 Marzo 2016 
È stata pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 63 del 9 dicembre 2015 la Deliberazione della Giunta Regionale 23 novembre 2015, n. 1375 avente ad oggetto: «Vigilanza e controllo su opere e costruzioni in zone sismiche - Rimborso forfettario ex art. 211 della L.R. 21 gennaio 2015, n. 1: approvazione tariffe e modalità di versamento. Attivazione della Commissione tecnica regionale “Rimborso forfettario per le attività istruttorie, di conservazione dei progetti e per i controlli” e della Commissione tecnica regionale “Procedure di semplificazione, anche informatiche, della vigilanza e del controllo delle opere e costruzioni in zona sismica”».
Come si ricorderà, con Legge regionale 27 gennaio 2010, n. 5 (Disciplina delle modalità di vigilanza e controllo su opere e costruzioni in zona sismica) la Regione Umbria aveva dettato una innovativa disciplina in materia di autorizzazione, vigilanza e controllo delle costruzioni in zona sismica.
A tale norma erano seguite diverse modifiche ed integrazioni, con le quali venivano ridefinite nuove procedure per la semplificazione delle autorizzazioni e la vigilanza, attuate con le deliberazioni dalla 165 alla 171 del 20 febbraio 2012.
In particolare, con la D.G.R. n. 170 del 20 febbraio 2012 (Criteri per le Province di Perugia e di Terni volti alla definizione del rimborso forfettario per le attività istruttorie, di conservazione dei progetti e per i controlli ai sensi dell’art. 19, c. 2, della L.R. n. 5/2010 e smi) si incaricavano le Province della quantificazione del rimborso forfettario e della definizione delle modalità operative di versamento dello stesso nelle casse provinciali.
Le Province, con propri atti (deliberazione di Giunta provinciale della Provincia di Perugia del 12 marzo 2012, n. 94 e deliberazione di Giunta provinciale della Provincia di Terni del 15 marzo 2012, n. 60), approvavano quindi nel 2012 le nuove tariffe per il rimborso forfettario e le relative procedure operative di versamento, dando piena applicazione alla legge regionale 5/2010 e s.m.i.
Successivamente, con la recente legge regionale 21 gennaio 2015, n. 1, il Legislatore regionale ha inteso fondere nel nuovo Testo Unico del Governo del territorio anche la “Disciplina delle modalità di vigilanza e controllo su opere e costruzioni in zona sismica”, al contempo facendo salve le procedure regionali approvate con le citate deliberazioni dalla 165 alla 171 del 20 febbraio 2012.
Infine che con la legge regionale 2 aprile 2015, n. 10 (Riordino delle funzioni amministrative regionali, di area vasta, delle forme associative di Comuni e comunali - Conseguenti modificazioni normative) è stato dato l’avvio al riassorbimento da parte della Regione delle funzioni sismiche della vigilanza e del controllo delle costruzioni in zona sismica, da compiersi nel periodo 1 - 31 dicembre 2015.
Tenuto conto che con il passaggio di competenze e di personale vengono meno le disposizioni delle Province in materia di rimborso forfettario e delle relative procedure di versamento, la Regione ha ritenuto necessario creare i supporti normativi e procedurali necessari alla prosecuzione delle attività, anche al fine di evitare disservizi o interruzioni che danneggerebbero l’utenza.
La Giunta Regionale, dunque, con il provvedimento in esame ha approvato le nuove tariffe per il rimborso forfettario (immutate rispetto a quelle oggi in vigore) e le modalità di versamento dello stesso da parte dell’utenza.
Allo stesso tempo l’Amministrazione regionale ha stabilito che, dalla data di attivazione dei nuovi uffici regionali decentrati di vigilanza e controllo delle opere e delle costruzioni in zone sismiche di Perugia e di Terni - e sino a diversa determinazione della stessa Giunta regionale -, le pratiche sismiche (richieste di depositi ed autorizzazioni sismiche ed ogni altra certificazione e documentazione connessa) siano depositate presso gli uffici regionali di vigilanza e controllo competenti per territorio, in alternativa alla già espressa possibilità per l’utente di riferirsi agli uffici del SUAPE (Sportello Unico per le Attività Produttive ed Edilizia) del Comune competente per territorio, così come previsto dalla L.R. 1/2015.
Parallelamente la Giunta Regionale, per le finalità di monitoraggio, revisione e miglioramento delle azioni della vigilanza e del controllo delle costruzioni in zone sismiche, ha disposto l’istituzione delle seguenti Commissioni di tecnici esperti in materia e di stakeholders istituzionali e del mondo delle professioni:
a. “Commissione tecnica Rimborso forfettario per le attività istruttorie, di conservazione dei progetti e per i controlli” (articolo 211, legge regionale 1/2015), che dovrà monitorare, revisionare e aggiornare annualmente le tariffe e le procedure relative del Rimborso forfettario;
b. “Commissione tecnica Procedure di semplificazione, anche informatiche, della vigilanza e del controllo delle opere e costruzioni in zone sismiche” (legge regionale 1/2015), che invece sarà tenuta a monitorare, revisionare e aggiornare annualmente le procedure della vigilanza e del controllo delle opere in zone sismiche.
Per tali Commissioni, nelle quali è prevista espressamente anche la presenza di un tecnico designato dall’ANCE, la Giunta indica la massima composizione, nomina il Presidente e il Coordinatore ed approva il relativo regolamento.
Viene infine disposto che, alla data dell’1 gennaio 2016, il rimborso forfettario per le attività istruttorie, di conservazione dei progetti e per i controlli sia corrisposto alla Regione Umbria e non più alle Province territorialmente competenti.
Si riporta il testo della DGR 1375/2015 con i seguenti allegati:
A - Classificazione degli interventi assoggettati alle disposizioni di vigilanza e controllo sulle costruzioni in zone sismiche della L.R. n. 1 del 21 gennaio 2015 (ex L.R. n. 5 del 27 gennaio 2010 e smi);
B - Schema dei rimborsi forfettari di cui all’art. 211 della L.R. 1/2015 (ex art. 19 L.R. n. 5/2010);
C - Prospetto per il calcolo del rimborso forfettario per le attività istruttorie, di conservazione dei progetti e per i controlli (art. 211 L.R. 21 gennaio .2015, n. 1);
D - Modalità di versamento e istruzioni per il calcolo del rimborso forfettario per le attività istruttorie, di conservazione dei progetti e per i controlli (art. 211 L.R. 21 gennaio 2015, n. 1);
E - Regolamento commissioni tecniche sulla vigilanza e sul controllo delle costruzioni in zona sismica.